Disturbi

Disturbo da ansia di malattia

    La caratteristica essenziale del Disturbo d’ansia di malattia (più comunemente noto come Ipocondria) è la preoccupazione o la convinzione di avere una grave malattia, convinzione basata sulla errata interpretazione di uno o più segni o sintomi fisici. La preoccupazione assume caratteristiche così intense e ossessive da spingere la persona a sottoporsi a continue ed approfondite visite mediche e a numerosi esami strumentali. Tuttavia, questi ripetuti check up e le rassicurazioni dei medici non bastano assolutamente a placare l’ansia della persona. Alle volte la tranquillità è solo momentanea, perché basta un pensiero o la percezione di un lieve sintomo fisico a far ritornare il dubbio circa la possibilità che i medici si siano sbagliati e il circolo ricomincia daccapo. La persona è particolarmente attenta e sensibile alle sensazioni provenienti dal proprio corpo e percepisce eventuali sintomi come segni che confermano l’esistenza di una terribile malattia o della malattia ipotizzata. La preoccupazione può riguardare un organo specifico o una singola malattia (per es. la paura di avere una malattia cardiaca). Le persone affette da ipocondria possono inoltre allarmarsi se leggono o sentono parlare di una malattia, se vengono a sapere che qualcuno si è ammalato, o a causa di osservazioni, sensazioni, o eventi che riguardano il loro  corpo.La preoccupazione riguardante le malattie temute spesso diviene per il soggetto un elemento centrale della immagine di sé, un argomento abituale di conversazione, e un modo di rispondere agli stress della vita. La persona può restare intrappolata in un circolo vizioso per cui ogni tentativo di rassicurazione è vano e alimenta i dubbi e la paura di avere una malattia.